fbpx

Skip links

PROFILAZIONE PER ROTAZIONE

Ci siamo! La data di riapertura per piscine e palestre è stata fissata al 25 maggio.

Cosa fare?

Ovviamente sanificare e predisporre gli ambienti per lo svolgimento della pratica sportiva e mostrare agli utenti – attraverso i social media – tutto ciò che la struttura sta facendo per rendere la struttura sicura (dovranno essere predisposti ambienti sia indoor che outdoor, non dimenticandosi anche del setting in cui dovranno essere effettuare le riprese per l’erogazione del servizio online).

Nel video del 4 maggio abbiamo parlato di Rotazione, dell’importanza di evitare di creare click day di allenamento per non suscitare malcontento tra gli utenti che non hanno avuto accesso all’impianto per mesi e che dopo alcuni tentativi fallimentari potrebbero decidere abbandonare definitivamente la struttura che con tanto impegno ha cercato di mantenerli caldi nel periodo di chiusura forzata.

Come detto nel video e articolo del 4 maggio “Indice di Rotazione”, l’ideale sarebbe strutturare la modalità di allenamento in modo da sapere quali sono le richieste effettive per un determinato corso e, a seconda delle dimensioni, quanti sono gli utenti che possono entrare contemporaneamente in una sala.

Ripercorrendo nel dettaglio gli step da mettere in atto dovremmo:

  1. Verificare qual è la dimensione effettiva delle sale della struttura; [N.B. IL FILE ROTAZIONE STABILISCE AUTOMATICAMENTE LA DIMENSIONE EFFETTIVA DELLE SALE, BASTA INSERIRE I m2 TOTALI DELLA SALA, IL NUMERO DI ATTREZZI E LA DIMENSIONE (piccoli, medi, grandi)]
  2. Una volta verificata la dimensione effettiva, tenendo presente il distanziamento necessario stabilito dalle linee guida, stabilire il numero di utenti che contemporaneamente possono stare in sala e svolgere in modo agevole e sicuro l’attività; [N.B. IL FILE ROTAZIONE CALCOLA IN AUTOMATICO IL NUMERO DI UTENTI CHE POSSONO ALLENARSI IN SALA CONTEMPORANEAMENTE]
  3. Decidere quali corsi erogare, in quali giorni ed in quale fascia oraria; 4. Costruire un questionario attraverso Google Docs, da somministrare a tutti gli utenti per conoscere quelle che sono le richieste effettive per specifico corso, così da essere in grado, eventualmente, di creare gruppi di rotazione. [N.B. IL FILE ROTAZIONE, DOPO L’INSERIMENTO DELLA RICHIESTA EFFETTIVA PER SINGOLO CORSO, CALCOLA IN AUTOMATICO IL NUMERO DI GRUPPI CHE DEVONO ESSERE CREATI]
  4. Inserire i dati estrapolati da questionario nel file “Flussi”, in modo tale da avere un prospetto chiaro delle persone interessate ad ogni singolo corso, per giorno e fascia oraria. [N.B. IL LAVORO È SNELLO IN QUANTO TRAMITE QUESTIONARIO SI CHIEDE ALL’UTENTE DI SCEGLIERE UN MASSIMO DI 3 CORSI ED UNA SOLA FASCIA ORARIA PER UTILIZZARE LA SALA ATTREZZI]

Il file Flussi è dunque il naturale proseguimento della compilazione del file Rotazione e degli esiti del questionario di Google, che permetterà alle strutture di avere un chiaro documento della domanda per corso ma non solo, permette allo stesso tempo di profilare l’utente che è chiamato ad esprimere una preferenza tra le attività erogate dalla struttura.

Leave a comment

Name*

Website

Comment