fbpx

Skip links

LA PRE-OFFERTA

Nell’ ultimo appuntamento della nostra #FITCHALLENGE abbiamo parlato della fase della Pre Organizzazione; abbiamo visto quanto sia importante, per le strutture, analizzare costantemente i flussi di cassa e come partire da questi ultimi per costruire un budget.

La fase che a questo punto andremo ad affrontare è quella della Pre Offerta.

La Pre Offerta, a prescindere dalle circostanze, assume un ruolo centrale per la struttura. Premettendo che questo genere di approccio se da un lato si configura come strumento fondamentale da utilizzare in fase di riapertura, tecnicamente invece è da considerarsi come una vera e propria fase di Start Up. Infatti, una volta giunti in fase di ripresa delle strutture, pensare di poter “riutilizzare” i modelli organizzativi e gestionali già usati in precedenza, significa creare le premesse per il fallimento.

Le strutture in questo momento hanno tutto il tempo per immaginare, attuare e organizzare una moderna configurazione dei servizi che a breve andranno ad erogare. Alla riapertura, le principali linee di servizio saranno*:

    • Fitness Streaming
    • Fitness Outdoor
    • Fitness Indoor

È possibile identificare inoltre linee di servizio accessorie*:

    • Fitness Streaming
    • Fitness Outdoor
    • Fitness Indoor
    • Personal training (a, b, c)
    • Group training     (a, b, c)
    • Beauty (massaggi, trattamenti, ecc) (a, b)
    • Professionisti (es. Osteopata, chiropratico, Fisioterapista, altro) (a, b)

*N.B. Le lettere tra parentesi indicano le combinazioni ulteriori possibili tra il servizio principale e quello accessorio (es. è possibile fase personal training indoor, outdoor e in streaming).

Le singole aree

Le strutture capaci di reagire e fronteggiare questa delicata fase saranno quelle in grado di realizzare processi e modelli organizzativi in linea con le nuove abitudini che la pandemia ha contribuito a generare.

Ulteriore condizione fondamentale riguarda la modalità di approccio e di comunicazione; a nostro parere, il termine abbonamento sarà da considerarsi obsoleto ed il suo corretto sostituto sarà Servizio.

Ora approfondiamo le singole aree:

1) Fitness Streaming
Tecnicamente può e potrà essere erogato sia nella fase due (con accesso limitato) che nella fase di ritorno a regime.

Vantaggi:

    • poter utilizzare lo stesso professionista in contemporanea on line/off line
    • poter coinvolgere un’utenza molto più ampia
    • poter elevare ulteriormente la qualità del servizio (es. il recupero del corso o la possibilità di seguirlo on line in diretta o in differita per chi in quel/quei giorno/i non può frequentare)

Svantaggi:

    • L’abitudine ad un’attività offline e l’incapacità o mancanza di volontà nel comprendere e accettare dove ci si sta muovendo

2) Fitness Outdoor

Vantaggi:

    • Coinvolgere una nuova categoria di utenza;
    • Motivarla all’utilizzo di un’attività di “Fitness/Wellness Assistito”;
    • Aprire un’ulteriore area di business;
    • Possibilità di coinvolgere questa utenza in eventi dedicati ed aumentare la spesa cliente, nel breve, medio o lungo termine.

Svantaggi:

    • Possibilità che la concorrenza (personal trainer o altre strutture) sia in grado di erogare un servizio più organizzato.

3) Fitness Indoor

Vantaggi:

    • Continuare a coinvolgere l’utenza tradizionale;
    • Coinvolgere l’utenza in modo diverso, utilizzando uno dei due servizi;
    • Fidelizzare ulteriormente i clienti utilizzando entrambi gli altri due servizi;
    • Possibilità di coinvolgere questa utenza in eventi dedicati ed aumentare la spesa cliente, nel breve, medio o lungo termine.

Svantaggi:

    • Possibilità che la concorrenza (personal trainer o altre strutture) sia in grado di erogare un servizio più organizzato.

L’offerta

In questa fase, le modalità di offerta possono essere:

  1. Servizi in streaming a pagamento (distinguendo un servizio Basic ed uno Premium, quest’ultimo è caratterizzata dalla programmazione secondo il nostro modello Palestra Digitale).
  2. Opzione privilegiata di acquisto (iniziativa) che consente all’utente di acquistare un servizio (es. training 30 giorni indoor) ad un prezzo equo, durante il quale potrà utilizzare tutti e tre le linee di servizio ad un prezzo agevolato di € 50,00 anzichè di € 80,00; nel caso in cui invece l’utente, decida di prolungare l’abbonamento, questo potrà, ad esempio, godere di uno sconto pari al valore acquistato (piccolo inciso, questa deve essere considerata una iniziativa non una promozione in quanto la prima non ha una fine, mentre la seconda ha sia un inizio che una fine).

Le linee di servizio diventeranno opportunità di coinvolgere, fidelizzare e orientare il fruitore su una modalità diversa di vivere il benessere.

Questo dovrebbe essere pensato, organizzato e soprattutto condiviso attraverso il contatto diverso da quello trainer/fruitore.

È tempo che la palestra contatti e si manifesti un pochino di più verso i clienti, per evitare che questi si raffreddino o che si leghino ad altre realtà.

Leave a comment

Name*

Website

Comment